Notability: appunti con leggerezza

Notability.pngRecentemente più volte mi è stato chiesto di segnalare un’App efficace per prendere appunti su iPad. Ecco…non ho alcun dubbio. La mia preferita, ad oggi, è Notability. Un’App completa, ahimè a pagamento, ma non si può pretendere completezza, efficienza e gratuità al tempo stesso. Cercherò di spiegare  perché è irrinunciabile, oggi, per me. La uso in classe collegando l’iPad alla Lim attraverso un’Apple tv e dispongo così di una lavagna mobile su cui posso scrivere gli appunti delle mie lezioni ed archiviarli in tempo reale su un cloud (Google Drive, Dropbox…) dove condivido la cartella di backup con i miei studenti: in qualsiasi momento è possibile per loro scaricare le lezioni in .pdf, leggerle e annotarle sull’iPad personale ed eventualmente stamparle. Ma vediamo le caratteristiche dell’App:

1) Consente di creare blocchi di appunti (Argomenti) raggruppati per temi (Divisori). All’interno di ciascun Argomento si vanno a creare le note. E così l’archivio è perfettamente organizzato. Ogni blocco di appunti può essere archiviato individualmente  sul cloud.

2) Ciascuna nota può essere composta da testo scritto a mano con penne capacitive o semplicemente con il dito, da testo dattiloscritto, da immagini scattate al momento o recuperate in archivio, da clip tratte dal web e da foglietti memo.

3) È anche possibile registrare la parte vocale di una lezione: una nota comprensiva di contenuto audio potrà essere condivisa con l’allegato registrato. Chi possiede l’App Notability sul proprio device potrà visualizzare la nota con la spiegazione verbale sincronizzata a quella scritta.

4) Su Notability è possibile importare file nelle estensioni del pacchetto di Office, da Pages, Numbers e Keynote o semplicemente .pdf. Tutti si trasformano in .pdf annotatili,  funzionalità molto utile, ad esempio, per correggere compiti e rispedirli al mittente via mail o attraverso le cartelle condivise di un cloud.

Si tratta di un’App molto efficace per chi ha la necessità di scrivere in caratteri speciali: è perfetta per le spiegazioni e le annotazioni in Greco e in Matematica, o in genere, per le discipline in cui si lavora con i simboli. L’appoggio del polso nella scrittura a mano è perfettamente calibrato e di rado interferisce con la scrittura…basta un po’ di pratica. Poi ci sono i vezzi: la tipologia di carta, innanzitutto,  che consente di scegliere tra carte rigate, quadrettate o neutre con sfondi differenti.

Insomma un’App per fanatici della scrittura, delle note arricchite e per chi vuole gestire in modo coordinato e semplice una gran quantità di documenti da fonti diverse.

Va assolutamente sperimentata nella didattica!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...